TRAGEDIA ferroviaria: risarcimento assicurativo

Lascia un commento

15 luglio 2016 di ilbroker

Dal punto di vista assicurativo, tragedie come quella ferroviaria avvenuta tra Andria e Corato, in Puglia, aprono scenari molto complessi, che riguardano tutti i diversi soggetti coinvolti: i passeggeri, ovviamente, il personale ferroviario, il gestore della rete ferroviaria, l’operatore, altri. E innescano un “processo valutativo” che può avere tempi lunghissimi. Per la valutazione (anche penale) delle diverse responsabilità, sono fondamentali i dati registrati nelle scatole nere dei convogli. Ed è fondamentale – alla fine di un percorso che può anche avere tempi molto lunghi – cosa in ultima istanza deciderà il giudice in tema di responsabilità.
    Per la valutazione dei risarcimenti, invece, le coperture assicurative variano da caso a caso, e da soggetto a soggetto, e inevitabilmente non possono che partire dal concetto di “responsabilità”. “alla base di tutto – precisano gli esperti di assicurazioni – il risarcimento si basa sull’individuazione di uno o più responsabili”.
    Per questo in casi gravi come quello dello scontro tra Adria e Corato prima di prendere provvedimenti di qualsiasi tipo le diverse assicurazioni coinvolte devono necessariamente riunire i loro legali, e valutare nel dettaglio la complessità del caso, “spacchettandolo” caso per caso. “Di certo la copertura riguarda la responsabilità civile generale – spiegano gli esperti -, ma sono innumerevoli le voci di cui tener conto, che vanno valutate volta per volta: l’assicurazione del mezzo di trasporto, quella del trasportato, quella del gestore della rete. In più entrano in gioco un certo numero di direttive europee”.
    Impossibile dunque al momento stabilire seppur in termini molto generici quali possano essere i meccanismi per una valutazione dei diversi risarcimenti. Tuttavia in casi molto gravi, come appunto quello della tragedia pugliese, è consuetudine da parte delle compagnie di assicurazione cercare di “andare incontro” ai danneggiati. Ma fino a quando non saranno definite le diverse responsabilità sarà impossibile arrivare ad una quantificazione dei diversi risarcimenti.   

FONTE: Ansa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Quante visite?

  • 1,550,724 Visite

Segui assieme ad altri 8.458 follower

AEC SpA

AFI – ESCA

ACB

AssiTV

Il Broker – Il Blog per l’Intermediario Assicurativo.

Direttore Responsabile: Dott. Luca Florenzano. Sede Editoriale: Via Goffredo Mameli, 1 / 2 - 16122 Genova. Testata Telematica - Iscrizione al n. 6/2016 del Registro Stampa presso il Tribunale di Genova con Decreto Presidenziale del 5 Agosto 2016.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: