Le frodi in Assicurazioni di Marco Contini – Lo spostamento della Frode dalla RCA agli altri Rami

Lascia un commento

6 ottobre 2016 di ilbroker

Dott. Marco Contini

Dott. Marco Contini

Il mercato delle frodi assicurative soprattutto quello organizzato è molto attento ai cambiamenti , molto efficiente a sapersi posizionare su quelle aree di business che per facilita” di approccio, mancanza di controlli , carenze legislative e difficoltà di detection permette di ottenere con il minimo rischio guadagni molto ingenti.

 

Quando in Italia  si parla di frodi in assicurazione si pensa subito alla RCA, al danno materiale subito dalla autovettura e alle conseguenti lesioni fisiche .

 

Le compagnie assicurative hanno cercato di combattere queste fenomenologie costituendo unita antifrode specializzate , dotate di adeguati o quanto meno funzionali strumenti di detection informatici che andando ad individuare delle ricorrenze anomale, detti Alert, potevano circoscrivere l’enorme numero di sinistri per individuare quelli a maggior rischio frode.

 

Dove si sta spostando oggi la frode assicurativa? Su quali rami ? in quali settori ?

 

La sanità è uno dei rami ultimamente presi d’assalto.

 

I sinistri in sanità hanno un elevatissimo impatto economico, sono molto complicati nella gestione tecnica e difficile risulta la possibilità di individuare degli allarmi tali da poter definire fraudolento un sinistro piuttosto che un avvenimento.

 

Una impresa che ad oggi detiene circa il 60% del mercato della sanità pubblica e privata ha creato all’interno della propria organizzazione una unita antifrode specializzata nella individuazione dei fenomeni fraudolenti in  sanità sia pubblica che privata specializzata e preparata anche ad intervenire sulle forme di speculazione più parcellizzate ( p. es. i danni da RCT come le cadute  all’interno degli ospedali ) o particolari casi di Randagismo sempre assicurati nell’ambito delle garanzie sanitarie

 

Questa impresa attraverso un sofisticato sistema di Business  Intelligence creato internamente e con lo sviluppo di procedure specifiche tese ad individuare in fase non solo repressiva  ma anche preventiva  tali particolari speculazioni ha cominciato a far capire al mercato che la frode fuori dalla RCA si può combattere anche con eccellenti risultati.

 

La sanità è un settore ultimamente preso di mira ma non è il solo. Anche nel ramo trasporti soprattutto corpi si sono insediate organizzazioni criminali che attraverso la organizzazione di falsi affondamenti di natanti cercano di far risarcire danni mai avvenuti  alle imprese. Si denuncia l’affondamento di una imbarcazione mentre nel contempo la stessa è stata rivenduta  in paesi esteri a soggetti terzi .

 

Come non parlare delle polizze infortuni caso morte stipulate in Italia da persone di nazionalità straniera che dopo poche settimane dalla stipula decedono in paesi stranieri soprattutto del nord o centro Africa  in incidenti stradali senza testimoni con le successive richieste di indennizzo fatte attraverso avvocati italiani compiacenti da parte di presunti aventi diritto. Nel caso di specie le morti non sono mai avvenute ma dimostrare ciò comporta sforzo e costi non indifferenti che non tutte le imprese sono in grado di sopportare.

 

Cosi come nel campo Incendio sistematiche stipule di polizze fatte da società di comodo appositamente costituite che dopo pochi mesi vengono completamente distrutte da incendi apparentemente non dolosi ( del tutto fraudolenti ) ma che nella realtà nascondono la mano organizzata di criminalità che utilizza questi risarcimenti per riciclare il  danaro provento  di altre azioni criminali.

 

Ed anche il settore delle cauzioni non è immune alle azioni di criminali organizzati , di elevatissima specializzazione , che attraverso strumenti quali le fideiussioni , ottengono ingenti finanziamenti di capitali utilizzati per riciclare danaro provento di reati  o utilizzano polizze assicurative ad hoc per ottenere garanzie per svolgere attività senza averne i requisiti e occultando il relativo denaro

 

Oggi il settore più presidiato , quello della RCA non e più terreno di conquista ma altre modalità di frode sono perpetrate e portate avanti ogni giorno senza che però vi siano ancora adeguati strumenti messi a disposizione delle compagnie assicurative dal legislatore

 

Per questo motivo oggi , per cercare di svolgere una adeguata prevenzione e repressione del fenomeno frode ogni impresa è chiamata ad agire con propri sistemi ma le imprese non devo essere lasciate più sole di fronte ad un fenomeno che non e più saltuario ma sta diventando sempre più generalizzato e molto pericoloso.

 

Marco Contini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Quante visite?

  • 1,248,936 Visite

Segui assieme ad altri 7.698 follower

VIASAT: Sicuri & Protetti

AEC SpA

Italy Insurance Forum

AssiTV

Il Broker – Il Blog per l’Intermediario Assicurativo.

Direttore Responsabile: Dott. Luca Florenzano. Sede Editoriale: Via Goffredo Mameli, 1 / 2 - 16122 Genova. Testata Telematica - Iscrizione al n. 6/2016 del Registro Stampa presso il Tribunale di Genova con Decreto Presidenziale del 5 Agosto 2016.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: