AFI ESCA: previdenza, protezione, personalizzazione e lungimiranza

Lascia un commento

19 dicembre 2016 di ilbroker

_mg_0767-b-1

Previdenza, protezione, personalizzazione e lungimiranza sono le parole che possono descrivere al meglio Afi Esca primaria compagnia francese operante nel ramo Vita. Per conoscere meglio la realtà, abbiamo il piacere di intervistare il dott. Pierfrancesco Basilico, Direttore Generale Afi Esca

Buongiorno Pierfrancesco e benvenuto su Il Broker – Il blog per l’intermediario assicurativo. Tu sei il Direttore Generale di Afi Esca primario player specializzato in prodotti di rischio ramo Vita. Puoi brevemente farci una panoramica di chi è Afi Esca?

Buongiorno a tutti i lettori de Il Broker.

Afi Esca è una compagnia francese del Gruppo Burrus che nasce dalla fusione, avvenuta nel 2010, di Afi Europe e Esca Prévoyance. Nonostante la sua “giovane” età vanta una storia che ha inizio nel 1923, anno di fondazione delle due Compagnie, e che ha avuto come filo conduttore la previdenza e il risparmio. Una particolarità molto interessante è che la compagnia nasce e rimane a conduzione familiare ed è giunta alla terza generazione con l’attuale Presidente Christian Burrus. L’internazionalizzazione della compagnia è iniziata nel 2008 con l’approdo nel vicino Belgio per poi continuare, alla fine del 2011, con l’avvio dell’attività in Italia operativa poi dal 2013.

Una compagnia giovane e forte e che ha come core business la previdenza e il risparmio. Quali sono le particolarità che la contraddistinguono dagli altri assicuratori?

Il nostro approccio è molto orientato al consumatore tanto da creare prodotti semplici ma creati su misura per le reali esigenze del nostro cliente. Un esempio è il nostro prodotto sulla Credit Protection (CPI) che ancor prima della circolare IVASS risultava essere compliant. È un risultato importante e segno di una corretta interpretazione e visione strategica dell’attività che svolgiamo quotidianamente. Medesimo approccio e standard per quanto riguarda le polizze TCM e Key Man per le quali le quotazioni vengono fatte ancor più personalizzate soprattutto per le seconde in quanto la tutela richiesta è rivolta ad una persona di estrema importanza per chi la richiede.

Nel corso della convention sono stati evidenziati gli ottimi risultati ottenuti in questi quattro anni di attività e la volontà di consolidare e continuare a crescere anche nel 2017. Ma come vedi Afi Esca nel 2020?

Sicuramente i risultati degli ultimi quattro anni ci hanno permesso di assumere un ruolo importante nel mondo assicurativo nell’ambito della previdenza. Nel 2020 l’obiettivo di Afi Esca è quello di essere protagonisti della CPI e leader del mercato italiano nella nostra area di mercato. I nostri rapporti con i canali distributivi, la professionalità e dedizione al consumatore oltre all’innovazione e personalizzazione dei nostri prodotti saranno sicuramente la spinta che ci aiuterà a raggiungere questo obiettivo.

Una domanda a noi molto cara e che soprattutto sta impegnando tutti gli operatori del mercato assicurativo è l’avvento, forse meglio invasione, della tecnologia che negli ultimi anni ha ampliato il suo raggio d’azione nel nostro settore. Su questo tema vorrei approfondire due aspetti, magari molto legati tra loro, ovvero il rapporto di Afi Esca con la tecnologia e un tuo parere sulla tecnologia ne mondo assicurativo.

La tecnologia è ormai parte integrante se non indispensabile nella vita di tutti i giorni. Basta immaginare come il mondo bancario si è profondamente rivoluzionato con l’avvento della Home Banking che permette di effettuare quasi la totalità delle attività quotidiane legate alla movimentazione del denaro. Quanto alla Home Insurance il discorso è un po’ più articolato. Se guardiamo il ramo Auto è palese come la tecnologia sia la primaria fonte quantomeno di consultazione e preventivazione per la polizza di responsabilità civile; ma se ampliamo la prospettiva, non si trovano molti esempi di questo genere. Immaginate sottoscrivere una polizza vita su internet senza magari conoscere tutti gli aspetti e le sfaccettature che questa copertura può offrire, si potrebbero verificare forti scoperture o per contro coperture inutili dato il soggetto da assicurare. È proprio per questo che credo che il rapporto personale sia fondamentale e vincente per creare il “giusto vestito da indossare” ad ogni assicurato.

Questo non vuol essere però una chiusura alla tecnologia, Afi Esca ha, per i suoi intermediari, creato una piattaforma riservata per avere sotto controllo in ogni momento in proprio portafoglio e per quotare rischi in tempi rapidi.

Concordo con te sulla Home Insurance e sul fatto che il rapporto personale in talune occasioni possa essere decisamente più forte e produttivo rispetto a qualche click su internet. Pierfrancesco a nome della redazione del Broker ti ringrazio molto per la tua disponibilità e per gli spunti che ci hai illustrato.

Federico Savoca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Quante visite?

  • 1,300,091 Visite

Segui assieme ad altri 7.788 follower

AEC SpA

Sicuri & Protetti

Cultura Assicurativa

AssiTV

Il Broker – Il Blog per l’Intermediario Assicurativo.

Direttore Responsabile: Dott. Luca Florenzano. Sede Editoriale: Via Goffredo Mameli, 1 / 2 - 16122 Genova. Testata Telematica - Iscrizione al n. 6/2016 del Registro Stampa presso il Tribunale di Genova con Decreto Presidenziale del 5 Agosto 2016.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: